narrow screenwide screen
RSS News
 

News

Stando all’annuncio ufficiale questo sarà l’ultimo rilascio di Ubuntu 8.04: i security update saranno garantiti fino al 2011 (2013 per i server) ma saranno distribuiti esclusivamente attraverso il sistema di aggiornamenti (niente immagini ISO aggiornate). Sul wiki di Ubuntu è disponibile l’elenco completo dei bug corretti.

Articolo completo: http://www.oneopensource.it/29/01/2010/rilasciata-ubuntu-8044-lts-ultimo-aggiornamento-per-hardy-heron
Autore: Andrea de Palo
Origine: www.oneopensource.it

Da Red Hat arriva il portale dell’Open Source. Jim Whitehurst, CEO di Red Hat : "Non è un sito per Red Hat, che parla di Red Hat. Si tratta invece di un sito per l’Open Source, che parla del futuro. Questo sito è un modo attraverso il quale Red Hat restituisce qualcosa indietro alla comunità Open Source." Sei le sezioni del sito: Open, Business, Education, Government, Law e Life.

Link: http://opensource.com

Articolo completo: http://www.oneopensource.it/27/01/2010/red-hat-lancia-il-portale-opensourcecom/
Autore: Gianluca Masone
Origine: www.oneopensource.it

La pagina di Mozilla dice ancora “Coming Soon” ma come accaduto sempre nella storia del browser open source le versioni definitive di Firefox 3.6 sono già disponibili dai server FTP di Mozilla. Gli eseguibili sono scaricabili per Windows, Linux e Mac.

Mozilla Firefox, Portable Edition: http://portableapps.com/apps/internet/firefox_portable

Articolo completo: http://www.oneopensource.it/21/01/2010/rilasciato-firefox-36
Autore: Matteo Campofiorito
Origine: www.oneopensource.it

In tutte le versioni ancora supportate di Windows a 32bit esiste una vulnerabilità che, secondo il suo scopritore, se ne sta lì nascosta da almeno 17 anni. Mentre Microsoft è ancora impegnata nello sviluppo di una patch per Internet Explorer che risolva la falla recentemente utilizzata negli attacchi a Google, un esperto di sicurezza ha divulgato i dettagli di una vulnerabilità apparentemente celata in Windows dalla "notte dei tempi", ovvero dall'anno 1993. Ad esserne interessate sarebbero tutte le versioni a 32 bit di Windows a partire da NT, inclusi XP, Server 2003, Vista, Server 2009 e 7.

Articolo completo: http://punto-informatico.it/2790858/PI/News/windows-si-puo-bucare-via-dos.aspx
Autore: Alessandro Del Rosso
Origine: punto-informatico.it

La PEC è analoga ad una raccomandata a/r cartacea e può essere utilizzata per le notifiche degli atti in modo equivalente alla notifica a mezzo posta. Ciò, ovviamente, a condizione che ambo le parti (mittente e destinatario) posseggano indirizzi certificati per legge e che l’invio avvenga attraverso di essi. Come funziona la PEC: il gestore/server di posta elettronica certificata del mittente rilascia a questi una ricevuta di accettazione che costituisce prova dell’invio del messaggio. Il gestore/server del destinatario invia al mittente, invece, la ricevuta dell’avvenuta consegna del messaggio nella casella di posta elettronica del destinatario stesso. Le ricevute sono dotate di indicazioni temporali precise e della “firma elettronica avanzata” generate automaticamente e con la funzione di garantire l’autenticità del messaggio.

Articolo completo: http://blog.pmi.it/19/01/2010/pec-e-sicurezza-legale-nelle-comunicazioni-telematiche-quadro-normativo
Autore: Mario Massarotti
Origine: blog.pmi.it

Atteso oramai da anni, il fantomatico sistema di storage remoto di Mountain View inizia finalmente a fare capolino tra i servizi di produttività di Google Docs. Il blog ufficiale di Google Docs annuncia infatti che "nel corso delle prossime settimane" gli utenti di Docs avranno a disposizione la possibilità di caricare online qualsiasi tipo di file, con la limitazione di 250 Megabyte per singolo file e 1 GB di storage occupato in totale. I file messi online non dovranno necessariamente essere convertiti nei formati supportati da Google Docs (fogli di calcolo, testi eccetera), e chi vorrà potrà farsi assegnare altro spazio di storage (oltre al primo Gigabyte gratuito) al costo di 25 centesimi di dollaro all'anno. Google descrive la nuova funzionalità come la soluzione ideale per quei professionisti che si trovano a dover condividere dati e informazioni "pesanti" come layout grafici, schematiche di progetti edili e altro. In più, e la cosa certamente non stupisce visto che si parla di Google, per i documenti supportati dagli algoritmi di ricerca di Mountain View ci sarà la possibilità di indicizzarne i contenuti e fruirne alla stessa stregua di quello che avviene attualmente con l'applicativo Google Desktop in locale.

Articolo completo: http://punto-informatico.it/2786402/PI/News/google-docs-iniezioni-gdrive.aspx
Autore: Alfonso Maruccia
Origine: punto-informatico.it

Socat è un programma GPL in grado di fare da relay bidirezionale fra due canali dati indipendenti. Ogni canale potrebbe essere un file, pipe, device (terminale, modem, ecc), socket (unix, ipv4, ipv6, raw, udp, tcp), ssl, socks4 o proxy CONNECT. Supporta multicast, broadcast, logging e vi da la possibilità di lavorare anche con socket generici, cioè di interagire anche con tutti quei protocolli non supportati direttamente da socat. Sono tante le occasioni in cui potrebbe rendersi utile questo piccolo, ma potentissimo tool. Assolutamente da conoscere perché prima o poi vi tornerà comodo. Chi fosse particolarmente interessato può dare un’occhiata anche a socat2 al momento ancora in fase di sviluppo, ma molto promettente.

Link a Socat: http://www.dest-unreach.org/socat/

Articolo: http://www.ossblog.it/post/5614/socat-multipurpose-relay
Autore: Lpt on fire!
Origine: www.ossblog.it

Dopo mesi di attesa dal rilascio della Pre Final, BackTrack 4 Final è stata rilasciata. Per festeggiare l’avvenimento, il team di sviluppo della distro “security oriented” per eccellenza ha deciso di non accontentarsi più di una sottosezione di Remote-Exploit.org ma di dedicare un intero dominio a BackTrack: Backtrack-linux.org.

Articolo completo: http://www.oneopensource.it/12/01/2010/backtrack-4-final-e-arrivata-insieme-a-un-nuovo-sito
Autore: Matteo Campofiorito
Origine: www.oneopensource.it


Perchè Sceglierci

• Per liberare l’ impresa dai vincoli commerciali / progettuali del software proprietario
• Per snellire i processi gestionali e condividere efficacemente le conoscenze interne
• Per essere più agili e veloci rispetto ai rapidi cambiamenti del mercato
• Per rendere più facile ed efficiente il lavoro umano
• Soluzioni concrete a costi contenuti, analisi, supporto e formazione

Contattaci

Tel. (+39) 377 2051 777


info@impreseleonardo.it
impreseleonardo.it/contatti